Salutogenesi

La Chiropratica per uno stile di vita sano

Che sia per una voglia di mantenersi in forma o di averne avuto abbastanza con i dolori che non passano con i farmaci, sempre più persone sono alla ricerca di un approccio naturale alla propria salute. Si dice che tutto ciò che è fermo, marcisce e muore, mentre tutto ciò che resta in movimento è vivo. Lo stesso vale per le articolazioni, in particolar modo quelle della colonna vertebrale, che è il sostegno e la protezione del sistema nervoso, “l’organo” più importante che ha la funzione di coordinare l’attività di ogni singola cellula, muscolo e organo del nostro corpo. Uno dei modi in cui la Chiropratica può aiutare è ripristinando il corretto allineamento e funzionalità delle articolazioni, con un approccio naturale e senza farmaci, ottimizzando la funzionalità del corpo per mantenerlo forte, flessibile e migliorarne lo stato di salute.

Non importa che tu sia un maratoneta, un impiegato, uno yogi, un nuotatore o un crosfitter, tutte le colonne vertebrali hanno 24 vertebre separate che si muovono in sintonia l’una con l’altra, ma in seguito a traumi, cattive posture o uno stile di vita inadeguato, possono “sublussarsi” e creare una disfunzione neuroarticolare, che possono avere un effetto negativo sulla comunicazione fra il cervello e il corpo, spesso risultando in dolori e fastidi. La Chiropratica aiuta ad aumentare il movimento delle articolazioni, a ridurre il tempo di recupero e a risolvere più rapidamente i dolori muscolari dopo un allenamento intenso, aumenta la flessibilità e le performance atletiche ed è un “antidolorifico” naturale per i dolori articolari.

Si dice che il corpo sia il “tempio dell’anima” e “mens sana in corpore sano”. Bisogna quindi capire cosa si possa fare per migliorare la salute del nostro corpo per poter vivere una vita più piena e in salute.

La nostra salute è un riflesso della nostra fisiologia, cioè tutti quei processi che si svolgono internamente al nostro corpo, coordinati dal sistema nervoso. Le aree principali da considerare sono la sfera strutturale, metabolica e mentale.

L’esercizio fisico aiuta a mantenere l’elasticità e la forza dei muscoli, il cui compito è quello di muovere le articolazioni nella loro sede senza che si creino attriti che possano degenerarle precocemente. Oltre ad avere effetti positivi su mal di schiena acuti e cronici e velocizzare il rientro a lavoro [1]Henchoz Y, Kai-Lik So A. Exercise and nonspecific low back pain: a literature review. Joint Bone Spine. 2008;75(5):533-539. [2] Liddle SD, Baxter GD, Gracey JH. Exercise and chronic low back pain: what works? [published correction appears in Pain. 2004 May;109(1-2):200-1]. Pain. 2004;107(1-2):176-190., l’esercizio fisico aerobico migliora la capacità del cervello di creare nuove connessioni neurologiche e rallentare i deficit cognitivi che si sviluppano con l’avanzare dell’età e l’insorgenza di patologie come Alzheimer e demenza[3]Andrea Mendez Colmenares et al, White matter plasticity in healthy older adults: The effects of aerobic exercise, NeuroImage (2021). e riduce il rischio di cadute[4]Ikegami, S., Takahashi, J., Uehara, M. et al. Physical performance reflects cognitive function, fall risk, and quality of life in community-dwelling older people. Sci Rep 9, 12242 (2019)..

Consumare una dieta sana nel corso della vita contribuisce a prevenire la malnutrizione e una serie di patologie. Purtroppo, un aumento nella produzione di cibi lavorati, un incremento dell’urbanizzazione e un cambio di stile di vita hanno contribuito al cambiamento nelle abitudini alimentari. Le persone consumano più cibi ricchi di calorie, grassi, zuccheri e sale, e meno frutta, verdura e grani ricchi in fibre[5]https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/healthy-diet)). La natura contiene tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno e visto che noi ne facciamo parte, è importante seguire i … Continue reading.

Lo stress psicologico è un fattore provocativo nelle condizioni di dolore cronico [6]A. Steptoe et al. The effects of acute psychological stress on circulating inflammatory factors in humans: a review and meta-analysis. Brain Behav. Immun.(2007. Il distaccamento da uno stile di vita naturale contribuisce sempre di più a questo tipo di stress e spesso si cerca sempre una “fuga” da questo stile di vita caotico per sentirsi meglio. Quando ci sentiamo stressati il nostro corpo ci sta dicendo che quello che stiamo facendo non lo fa funzionare bene e questa sensazione dovrebbe essere il catalizzatore che ci sa una spinta ad apportare delle modifiche costruttive nel nostro stile di vita, ma la maggior parte delle volte lo ignoriamo e continuiamo a fare ciò che ci fa star male, con l’idea che ci troviamo in una situazione che non abbiamo il potere di cambiare. Per questo è importante elaborare delle strategie mentali che ci aiutino a ridurre questi livelli di stress mentale e a gestire meglio la vita che stiamo conducendo. La meditazione è uno degli strumenti più importanti a nostra disposizione in quanto aiuta a “silenziare” il mondo esterno che ci fa vivere male e ci fa concentrare sul mondo interno, contribuendo a uno stato di relax in cui il corpo stesso può calmarsi e cominciare i processi fisiologici di guarigione [7]Melissa A. Rosenkranz, Richard J. Davidson, Donal G. MacCoon, John F. Sheridan, Ned H. Kalin, Antoine Lutz, A comparison of mindfulness-based stress reduction and an active control in modulation of … Continue reading. La respirazione diaframmatica, su cui si basano tanti tipi di meditazione, è uno dei migliori strumenti a nostra disposizione per aiutare il sistema nervoso a calmarsi, in quanto manda un segnale al nostro cervello che lo aiuta a gestire meglio situazioni di ansia e stress [8]Hopper, Susan I.; Murray, Sherrie L.; Ferrara, Lucille R.; Singleton, Joanne K. Effectiveness of diaphragmatic breathing for reducing physiological and psychological stress in adults: a quantitative … Continue reading.

Ecco alcuni consigli pratici che puoi subito applicare per migliorare la tua salute. Ricordati che l’impegno e la costanza danno risultati garantiti nel tempo[9]https://www.valterlongo.com/exercise-and-longevity/ [10]https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/healthy-diet[11] https://www.valterlongo.com/daily-longevity-diet-for-adults/.

  • Fai una camminata veloce per 1 ora tutti i giorni
  • Prendi le scale al posto dell’ascensore
  • Nei weekend, fai una gita a piedi in posti con basso inquinamento
  • Fai almeno due ore e mezza di attività fisica intensa a settimana
  • Fai esercizi con pesi o corpo libero per aumentare la forza muscolare
  • Per massimizzare la crescita muscolare, mangia almeno 30g di proteine con bassi carboidrati, 1-2 ore dopo l’attività fisica intensa
  • Aumenta il consumo di frutta e verdura fresca e di stagione e di pesce ricco in omega-3 (salmone, sardine, merluzzo, acciughe, …)
  • Scegli grani integrali rispetto alle farine bianche, per il maggior contenuto di fibre
  • Riduci i grassi saturi e i grassi idrogenati (carni animali e cibi lavorati industrialmente), per esempio togliendo il grasso in eccesso
  • Cuocere al vapore o bollire i cibi è un’ottima alternativa alla frittura
  • Limita il consumo di alimenti cotti al forno o fritti, e gli spuntini preconfezionati che sono pieni di grassi idrogenati
  • Limita i cibi ricchi di zucchero e sale
  • Scegli gli ingredienti che sarebbero stati disponibili ai nostri antenati
  • Non mangiare niente 3-4 ore prima di andare a dormire
  • Bevi almeno 2-3 litri d’acqua al giorno
  • Prenditi 10 minuti di quiete per fare una respirazione diaframmatica profonda
  • Comincia un “diario della gratitudine”
  • Sorridi che la vita ti sorride!

Referenze

Referenze
1 Henchoz Y, Kai-Lik So A. Exercise and nonspecific low back pain: a literature review. Joint Bone Spine. 2008;75(5):533-539.
2 Liddle SD, Baxter GD, Gracey JH. Exercise and chronic low back pain: what works? [published correction appears in Pain. 2004 May;109(1-2):200-1]. Pain. 2004;107(1-2):176-190.
3 Andrea Mendez Colmenares et al, White matter plasticity in healthy older adults: The effects of aerobic exercise, NeuroImage (2021).
4 Ikegami, S., Takahashi, J., Uehara, M. et al. Physical performance reflects cognitive function, fall risk, and quality of life in community-dwelling older people. Sci Rep 9, 12242 (2019).
5 https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/healthy-diet)).

La natura contiene tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno e visto che noi ne facciamo parte, è importante seguire i suoi ritmi mangiando cibi di stagione e a “km 0” e limitare tutti i cibi artificiali ed esotici. Inoltre una buona idratazione contribuisce al corretto funzionamento del corpo e aiuta a prevenire patologie ai reni, all’apparato cardiocircolatorio, il diabete, l’obesità e migliora le capacità cognitive((Popkin BM, D’Anci KE, Rosenberg IH. Water, hydration, and health. Nutr Rev. 2010;68(8):439-458

6 A. Steptoe et al. The effects of acute psychological stress on circulating inflammatory factors in humans: a review and meta-analysis. Brain Behav. Immun.(2007
7 Melissa A. Rosenkranz, Richard J. Davidson, Donal G. MacCoon, John F. Sheridan, Ned H. Kalin, Antoine Lutz, A comparison of mindfulness-based stress reduction and an active control in modulation of neurogenic inflammation, Brain, Behavior, and Immunity, Volume 27, 2013, Pages 174-184.
8 Hopper, Susan I.; Murray, Sherrie L.; Ferrara, Lucille R.; Singleton, Joanne K. Effectiveness of diaphragmatic breathing for reducing physiological and psychological stress in adults: a quantitative systematic review, JBI Database of Systematic Reviews and Implementation Reports: September 2019 – Volume 17 – Issue 9 – p 1855-1876.
9 https://www.valterlongo.com/exercise-and-longevity/
10 https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/healthy-diet
11 https://www.valterlongo.com/daily-longevity-diet-for-adults/